Alcuni contenuti o funzionalità qui non sono disponibili a causa delle tue preferenze sui cookie!

Ciò accade perché la funzionalità/contenuto contrassegnato come “Facebook Pixel [noscript]” utilizza i cookie che hai scelto di mantenere disabilitato. Per visualizzare questo conteniuto o utilizzare questa funzionalità, abilita i cookie: fai clic qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Pere

Le pere sono il frutto con la caratteristica forma a campana, tra le tante varietà, come la Williams, la Kaiser o l’Abate, è adatta sia a piatti salati che a ricette dolci.

Le pere sono un frutto dalla polpa piuttosto dolce e farinosa, dalla caratteristica forma a campana. Il colore della buccia può cambiare a seconda della varietà, alcune pere sono di colore verde chiaro mentre altre sono di colore rosso intenso. In realtà si tratta di un “falso frutto“, in quanto la pera sarebbe un pomo, quindi simile alla mela, in quanto la polpa commestibile è il ricettacolo del fiore, mentre il frutto vero e proprio sarebbe il torsolo. Solitamente le pere sono vendute nel reparto frutta e verdura del supermercato, ma potete trovarle anche essiccate o sciroppate in scatola, inoltre possono essere l’ingrediente principale per conserve come marmellate e chutney. Le pere sono comunemente utilizzate in pasticceria, come aromatizzante per dolci e nella produzione di bevande alcoliche come il sidro.

Le varietà di pera

Ci sono centinaia di tipi di pere nel mondo, quindi ecco alcune delle varietà più popolari disponibili in commercio:

  • Williams, coltivata negli Stati Uniti e in Canada, questa pera viene spesso consumata cruda ma mantiene bene la sua forma quando viene cotta al forno o in camicia. È anche una scelta comune per la conservazione in scatola sciroppata, ma anche la protagonista della grappa alla pera Williams, che prevede la presenza di una pera intera all’interno della bottiglia di grappa.
  • Kaiser o Beurré Bosc, originariamente coltivata in Francia e Belgio, attualmente viene coltivata anche in Europa, Australia e nel Nord America. Ha una polpa che tende ad essere dura, mentre la buccia è di colore marrone scuro. Quando è ben matura è succosa, croccante e dolce, il che la rende perfetta ad essere utilizzata in cucina, soprattutto nelle ricette al forno.
  • Decana o Doyenne du Comice, è un tipo di pera selezionata in Francia all’inizio dell’Ottocento. Ha polpa e buccia molto morbida, inoltre ha una colorazione dorata con una leggera sfumatura rossastra. Questa varietà di pera è adatta per preparare confetture o per estrarne il succo.
  • Abate, coltivata principalmente in Italia. Venne selezionata nell’Ottocento da un abate (da cui il nome), ha una buccia rugosa tra il verde e il giallo e la polpa è bianca e molto succosa. Questa varietà si presta anche a ricette salate, come ad esempio il risotto.
  • Coscia, si tratta di una varità estiva, le pere hanno piccole dimensioni e una buccia gialla e rossa. La polpa è granulosa e succosa, e si abbina con formaggi semistagionati.
  • Santa Maria, ottenuta dell’incrocio tra la varietà Williams e la coscia. Dalla forma tondeggiante e con buccia gialla, ha una polpa compatta e un sapore non eccessivamente dolce.
  • Nashi, di origine asiatica, ha una forma tondeggiante, con una polpa croccante e succosa e una buccia di colore marrone chiaro e riconoscibile dalla presenza di piccoli puntini più chiari. Il sapore è gradevole ma non eccessivamente dolce, il che la rende adatta a ricette salate, in abbinamento a insalate, formaggi e anche crostacei.
  • Madernassa, originaria del Piemonte, ha una buccia con sfumature che variano dal rosso al marrone, mentre la polpa è dolce ed ha una consistenza che la rende adatta ad essere cotta.
  • Volpina, diffusa soprattutto in Romagna e in Umbria. Si tratta di una varietà antica che deve il suo nome alla predilizione che avevano le volpi per questo frutto. Si tratta di una pera piccola, con buccia ruvida sul verde, mentre la polpa è soda e dalla consistenza granulosa. Il gusto viene esaltato nella cottura, soprattutto se preparate nel vino Sangiovese.
  • Forella, varietà di origina tedesca selezionata nell’Ottocento. La buccia ha una colorazione verde chiara che tende al giallo con la maturazione, arricchita da piccoli puntini arancio e rosso, la polpa è succosa e fine. Le pere Forelle sono adatte ad essere consumate crude, ma anche per preparare conserve e confetture.
  • Guyot, ha la buccia gialla e una polpa più granulosa rispetto alla pera Williams, con la quale spesso viene confusa, ma dal sapore zuccherino. Si presta a essere usata per macedonie e frullati di frutta.
  • Josephine, ha una buccia giallo-verde a maturità. La polpa inizia soda e croccante quando è giovane e diventa morbida e più succosa man mano che raggiunge la maturazione.
  • Sensation, questa pera australiana ha una buccia di colore rosso vivo, ha una consistenza morbida simile alle pere Williams.
  • Winter Nelis, ha la buccia giallo-verde ricoperta di macchie marroni. I frutti sono succosi e hanno un sapore ricco e dolce.

Ricette con le pere

Come visto, le diverse varietà di pera permettono di utilizzare questo frutto in svariate ricette, spaziando da dolci come torte e crostate, passando per conserve come la confettura di pera, ma arrivando a primi piatti come il risotto alle pere o anche la pizza con pere e taleggio. Ecco alcune ricette in cui apprezzare le pere:

  • Crumble di pere, le pere formano una deliziosa base per il crumble, creando un dolce dal sapore morbido e aromatico.
  • Pere nelle torte, le pere possono essere sia un condimento che un ingrediente nella preparazione di torte. Ad esempio la torta di pere capovolta si prepara cuocendo la frutta sul fondo e girandola appena prima di servire, secondo la tecnica della Tarte Tatin. Le pere si sposano bene anche con sapori come zenzero, limone e cioccolato.
  • Pere nelle crostate, le crostate e la crema frangipane si abbinano perfettamente alle pere fresche e aromatiche, dando vita a fantastici dessert.
  • Il succo di pera, una bevanda davvero rinfrescante. Può essere utilizzato anche in frullati o per preparare sorbetti alla pera.
  • Insalate, la dolcezza delle pere è un’ottima aggiunta alle insalate. Si abbinano al meglio con ingredienti aspri come gorgonzola e noci.

Informazioni nutrizionali sulla pera

Le pere sono una buona fonte di fibre che aiutano il corpo con la digestione e allevia la stitichezza. Contengono alti livelli di vitamina C e K e rame, potenti antiossidanti benefici per la salute. Aiutano il corpo a combattere i radicali liberi che possono causare danni alle cellule. Per 100 g di pera matura cruda ci sono circa 58 calorie.

Su questo sito Web utilizziamo strumenti proprietari o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report sull’utilizzo della navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy

Alcuni contenuti o funzionalità qui non sono disponibili a causa delle tue preferenze sui cookie!

Ciò accade perché la funzionalità/contenuto contrassegnato come “%SERVICE_NAME%” utilizza i cookie che hai scelto di mantenere disabilitato. Per visualizzare questo conteniuto o utilizzare questa funzionalità, abilita i cookie: fai clic qui per aprire le tue preferenze sui cookie.