Alcuni contenuti o funzionalità qui non sono disponibili a causa delle tue preferenze sui cookie!

Ciò accade perché la funzionalità/contenuto contrassegnato come “Facebook Pixel [noscript]” utilizza i cookie che hai scelto di mantenere disabilitato. Per visualizzare questo conteniuto o utilizzare questa funzionalità, abilita i cookie: fai clic qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Come si conserva la frutta e la verdura

Come si conserva la frutta e la verdura? Ecco tutti i consigli e i trucchi per far durare più a lungo la spesa sia con la conservazione in frigo che fuori dal frigo.

Come si conserva la frutta e la verdura

Frutta e verdura costituiscono due categorie di alimenti immancabili in ogni cucina. Non tutti, però, sanno come conservarle al meglio in frigo e fuori sfruttando, magari, alcuni trucchi che ne allungano la vita. Già, perché se alcuni ortaggi o alcuni frutti durano molto a lungo, altri – pensiamo ad esempio ai fiori di zucca – tendono a deperire velocemente. Ecco i metodi di conservazione più efficaci.

Come conservare la verdura in frigo

La maggior parte della frutta e della verdura fresca viene notoriamente conservata in frigo all’interno degli appositi cassetti che si trovano sul fondo dell’elettrodomestico. Prima, però, andrebbero sottoposte ad un piccolo controllo, ovvero:

  • Andrebbero controllate ed eventualmente private delle parti ammaccate o danneggiate che ci sono sfuggite al momento dell’acquisto.
  • Poi andrebbero conservate all’interno di appositi sacchetti, meglio se di carta, e poste nei cassettoni o, in loro mancanza, nella parte più bassa del frigo dove le temperature sono più alte.
  • Non fate l’errore di conservare i prodotti all’interno dei sacchetti dentro i quali li avete acquistati: questi non permettono di farli respirare. Meglio panni di cotone o sacchetti di carta come suggerito sopra.
    Le verdure a foglia durano più a lungo se avvolte nelle carta assorbente da cucina la quale assorbe la condensa e l’umidità create dalle basse temperature.
  • Le verdure e la frutta non vanno lavate prima di essere poste in frigo: l’acqua, infatti, favorisce la formazione della muffa. Meglio posticipare tale operazione al momento del consumo.

Come conservare frutta e verdura senza frigo

Esistono degli ortaggi e dei frutti che, per loro natura, vanno conservati fuori dal frigo: tra questi ci sono i pomodori, le patate, le cipolle, gli avocado, le banane e gli agrumi, ad eccezione del limone.
Come conservare la verdura fuori dal frigo? Semplice:

  • Posto che i pomodori maturi andrebbero subito consumati, quelli ancora acerbi vanno posti in un contenitore di plastica (o di altro materiale) in un luogo asciutto fino ad avvenuta maturazione.
  • Le patate, così come le cipolle, vanno conservate in un luogo buio ed asciutto. Le cipolle, però, all’interno di un sacchetto di carta.
  • Gli avocado, se maturi vanno subito consumati, se acerbi, possono essere posti in un recipiente insieme alle mele, che ne velocizzano la maturazione.
  • Anche le banane vanno poste fuori dal frigo: per esse valgono le stesse condizioni degli avocado.

Conservare la verdura nel congelatore

Posto che le basse temperature non giovano a tutta la frutta e la verdura – tendono a rovinarla – alcuni tipi si possono congelare. Per conservare le verdure in freezer bisogna prima lavarle, sbucciarle e tagliarle a pezzi, quindi trasferirle all’interno dei classici sacchetti per il freezer e chiuderli bene con un laccetto.
Tra queste ci sono la zucca, i pomodorini (che, però, vanno conservati interi), le carote, le zucchine, i funghi, gli asparagi (anche questi da interi e magari pre lessati), il sedano e la cipolla, i cuori di carciofo ed i broccoli.

Tritando cipolle, carote e sedano e conservandoli in piccole dosi, magari dentro il contenitore per fare i cubetti di ghiaccio, si possono ottenere dei dadi di verdure per il soffritto comodi da tirare fuori ed utilizzare all’occorrenza.

Come conservare verdure già tagliate

Se si sono tagliate delle verdure che non si sono poi consumate, per evitare sprechi queste vanno conservate in frigo con qualche piccolo accorgimento. Il primo è quello di consumarle, comunque, entro poche ore, o al massimo un giorno in quanto il periodo di conservazione diventa minore. Possono essere avvolte da carta assorbente da cucina precedentemente inumidita, o all’interno dei sacchetti da freezer a chiusura ermetica. Consumatele, in ogni caso, prima che anneriscano.

Come conservare la verdura cotta

Che si tratti di un minestrone o di un qualsiasi contorno vegetale, per la verdura cotta il discorso cambia. In questo caso, infatti, il tempo di conservazione si riduce notevolmente. Posta all’interno di contenitori di plastica a chiusura ermetica o meglio di vetro (dotati comunque di tappo ermetico), si conserva per circa 2 giorni.

Come conservare la verdura sottovuoto

Conservare gli ortaggi e la verdura sottovuoto, permette di aumentare il tempo di conservazione degli stessi ma, allo stesso tempo, di mantenere inalterate le loro caratteristiche organolettiche. Tali alimenti, così, raddoppiano la loro durata.
Può essere messa sottovuoto la verdura fresca, intera o tagliata, cruda o cotta. Basta versarla all’interno degli appositi sacchetti e ricorrere alle macchine sottovuoto ad uso domestico le quali, eliminando l’aria, danno vita ad un ambiente nel quale i microorganismi non possono proliferare danneggiando i prodotti.

Trucchi per conservare frutta e verdura

Ed ecco, infine, alcuni trucchi per aumentare la vita di verdure e ortaggi. Si tratta, in realtà, di piccoli accorgimenti che non costano nulla, ma che regalano ottimi risultati.

  • Per mantenere gli asparagi freschi metteteli all’interno di un vasetto di vetro pieno di acqua e quindi in frigo.
  • Per mantenere freschi più a lungo i fiori di zucca avvolgeteli all’interno di più fogli di carta assorbente da cucina prima di trasferirli in frigorifero.
  • Non inserite diversi tipi di verdura nello stesso contenitore: avendo ogni tipologia un tempo di conservazione diverso, quelle più velocemente deperibili andrebbero a rovinare le altre.
  • Le verdure in busta, in quanto già lavate, vanno tirate fuori dal loro involucro e avvolte nella carta assorbente, quindi poste all’interno di un contenitore a chiusura ermetica e poi in frigo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito Web utilizziamo strumenti proprietari o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report sull’utilizzo della navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy

Alcuni contenuti o funzionalità qui non sono disponibili a causa delle tue preferenze sui cookie!

Ciò accade perché la funzionalità/contenuto contrassegnato come “%SERVICE_NAME%” utilizza i cookie che hai scelto di mantenere disabilitato. Per visualizzare questo conteniuto o utilizzare questa funzionalità, abilita i cookie: fai clic qui per aprire le tue preferenze sui cookie.