Alcuni contenuti o funzionalità qui non sono disponibili a causa delle tue preferenze sui cookie!

Ciò accade perché la funzionalità/contenuto contrassegnato come “Facebook Pixel [noscript]” utilizza i cookie che hai scelto di mantenere disabilitato. Per visualizzare questo conteniuto o utilizzare questa funzionalità, abilita i cookie: fai clic qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Piadina

Vanto della gastronomia romagnola, ecco tutto quello che c’è da sapere sulla piadina e le idee più sfiziose per la sua farcitura.

Piadina

La piadina romagnola è un prodotto tipico della regione conosciuto ed apprezzato in tutto il mondo. Nota anche come piada, si tratta di una sorta di pane che si presenta come un disco più o meno spesso. La ricetta originale vuole che venga preparata rigorosamente con lo strutto – spesso sostituito dall’olio di oliva – e farcita con prosciutto crudo e squacquerone (formaggio fresco tipico). Ogni famiglia vanta la propria ricetta: nel rispetto delle più o meno recenti correnti healthy, la piadina integrale è sempre più richiesta.

Piadina romagnola, le ricette

La piadina si può fare con le kitchen machine, come il Cuisine Companion, il Kcook multi, il Monsieur Cuisine Connect e il Bimby e con molte altre macchine da cucina. Si può realizzare senza lievito, con olio di oliva e, come anticipato, con farina integrale. Ci sono, ancora, la piadina morbida, piacevole al palato, e quella di farro, più rustica. Per ottenere una piadina light, infine, basta diminuire la dose dei grassi utilizzando dell’acqua al loro posto.

Piadina: come si scalda?

Prima di essere consumate, le piadine vanno fatte scaldare. I possibili metodi sono diversi, ma quello sulla piastra è sicuramente il migliore, perché permette di ottenere un prodotto fragrante e sfizioso. Per scaldare le piadine basta porre la piastra (non unta) sul fornello ed accenderlo, attendere circa un minuto, quindi abbassare la fiamma e adagiarvi il prodotto per circa 30 secondi per lato. Si può procedete, quindi, con la farcitura. Per scaldare la piadina in forno, invece, preriscaldatelo a non più di 180°C e tenetele al suo interno per pochi secondi.

Come si farcisce la piadina romagnola

Come condirla? I possibili ripieni della piadina romagnola sono diversi. Se i tradizionali sono a base di formaggi ed affettati – pensiamo alla mortadella, al prosciutto cotto ed alla mozzarella – anche il salame e la pancetta sono piuttosto richiesti. Tra gli ortaggi più utilizzati ci sono le classiche verdure grigliate come le zucchine e le melanzane. Qualche altra idea? Provate la piadina con robiola e rucola, con stracchino e bresaola, con brie e salmone affumicato, con scamorza e pomodorini. Tra le versioni dolci, infine, ci sono le piadine alla Nutella e quelle con creme spalmabili varie.

Su questo sito Web utilizziamo strumenti proprietari o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report sull’utilizzo della navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy

Alcuni contenuti o funzionalità qui non sono disponibili a causa delle tue preferenze sui cookie!

Ciò accade perché la funzionalità/contenuto contrassegnato come “%SERVICE_NAME%” utilizza i cookie che hai scelto di mantenere disabilitato. Per visualizzare questo conteniuto o utilizzare questa funzionalità, abilita i cookie: fai clic qui per aprire le tue preferenze sui cookie.