I cibi scaduti si possono mangiare? Le conseguenze e quali mangiare

La data di scadenza degli alimenti è sempre tassativa? Ecco quali cibi scaduti si possono mangiare e quali gettare subito, conseguenze comprese.

cibi scaduti

I cibi scaduti si possono mangiare? Conoscere le possibili conseguenze e sapere quali poter consumare e quali no, può aiutarci ad avere un quadro più chiaro del problema che, purtroppo, è molto più diffuso di quanto dovrebbe. Se è vero che le date di scadenza non sempre sono tassative, è anche vero che esistono alcuni cibi scaduti da buttare subito, in quanto potenzialmente pericolosi. Facciamo chiarezza.

I cibi scaduti si possono mangiare?

I tortellini scaduti si possono mangiare? E che fare con l’avena, con le merendine, con i funghi scaduti: questi si possono consumare dopo la scadenza? E gli omogeneizzati? Sono tutti alimenti piuttosto comuni riguardo ai quali esistono i maggiori dubbi. Probabilmente è capitato a tutti, almeno una volta nella vita, di mangiare un alimento – magari privo di visibili segni di deterioramento e dal buon profumo – la cui data di scadenza era già passata. In casi come questo non ci sono particolari controindicazioni, specie se l’alimento di turno è scaduto da uno o due giorni. Alcuni cibi poi, sono sicuri anche dopo la scadenza per loro natura. C’è da sottolineare, tuttavia, come esista una sostanziale differenza tra le diciture “da consumarsi entro” e “da consumare preferibilmente entro” sulle confezioni. In quest’ultimo caso, gli alimenti conservano le caratteristiche nutrizionali e organolettiche proprie nonostante, magari, abbiano perso un po’ di gusto o di fragranza. Tra i cibi scaduti ancora buoni possono rientrare:

  • Prodotti in scatola: specie se opportunamente conservati in luogo fresco e buio.
  • Alimenti congelati: per questi vale lo stesso discorso precedente. Ma fa eccezione la carne.
  • Uova. In questo caso possiamo fare affidamento al caro vecchio metodo dell’immersione in acqua. Se l’uovo galleggia, i batteri al suo interno – ed i gas da questi prodotti – sono troppi, meglio non mangiarlo.
  • Cereali per la colazione. Se la confezione non è aperta, possono rimanere freschi anche dopo 4 mesi dalla scadenza.
  • Pasta e riso: trattandosi di prodotti secchi, difficilmente vanno a male.
  • Il formaggio. Nonostante possa sviluppare delle muffe bianche in superficie – cosa più che normale – le si può eliminare e consumare la parte sottostante. Non, però, se le muffe sono colorate.
  • Salse come ketchup e senape. Se non vengono aperte le relative confezioni, possono durare anche oltre 4 mesi la data di scadenza.

Fino a quando si possono mangiare i cibi scaduti

Il consiglio, però, è quello di esaminare attentamente il cibo “incriminato” prima di portarlo in tavola. Se non presenta segni di deterioramento o accenni di muffa, se non si è modificato nella consistenza e non presenta odori strani, allora andate sicuri. In via generale, vale la regola per la quale più un alimento è raffinato e trasformato, più a lungo si conserva oltre la data di scadenza. Fanno eccezione le carni lavorate: queste non andrebbero consumate oltre in quanto ad esse è legato il rischio di listeria, il batterio responsabile della listeriosi. In caso di incertezza, sempre meglio essere cauti e desistere.

Quali sono le conseguenze dei cibi scaduti

Dipende. Nella maggior parte dei casi, e nel caso di determinati alimenti, quando si mangiano cibi scaduti da pochi giorni non accade nulla. A parte non poter godere di tutte le proprietà nutritive di un alimento, che oltre la data suggerita tendono a perdersi. Il cibo fresco, è risaputo, è molto più nutriente di quello che non lo è. Nei casi più gravi, invece, consumare cibo scaduto può portare a delle intossicazioni alimentari i cui sintomi si manifestano tramite brividi, nausea, vomito, diarrea e febbre. Inoltre, il cibo non fresco può contenere pericolose quantità di batteri nocivi. In definitiva è sempre meglio valutare attentamente la condizione del cibo scaduto e, nel dubbio, gettarlo. Evitate sempre di mangiare cibi scaduti in gravidanza e nel caso in cui siate allergici all’alternaria, perché la muffa che scatena l’allergia potrebbe essere presente nei cibi che stanno per iniziare a deteriorarsi anche in forma non ancora visibile.

Si possono mangiare i cibi congelati scaduti?

Sommariamente è sempre bene fare riferimento alle indicazioni riportate sulla confezione. Ciò premesso, non sempre un alimento congelato va buttato il giorno successivo alla sua scadenza. Se conservato perfettamente e in confezione ancora chiusa, il pesce congelato si può mangiare entro una settimana dalla data di scadenza. Se, però, è destinato ad essere mangiato crudo (ci riferiamo a tartare e carpacci) rientra tra i cibi scaduti da buttare subito. Anche la verdura congelata si può mangiare entro una settimana.

Ricordati di iscriverti a The Cooking Hacks per sbloccare tutte le funzionalità Premium (clicca per guardare i tutorial su come usare al meglio TCH).
Iscriviti a The Cooking Hacks, i primi mesi te li offriamo noi!
Se poi non vuoi perdere le novità importanti, iscriviti ai canali Telegram di The Cooking Hacks:

  • il Canale ufficiale di TCH, ogni giorno suggerimenti di ricette, consigli per la cucina, ma anche offerte e news da non perdere
  • Anteprima Volantini, per rimanere aggiornato sulle anteprime e le uscite dei volantini dei supermercati
  • Ritiri Alimentari, ricevi le novità in merito ai richiami e ai ritiri alimentari per una dispensa in sicurezza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *