Cozze richiamate per presenza di biotossine marine oltre i limiti di legge

Le cozze prodotte da due stabilimenti di Porto Tolle (RO) sono state ritirate per rischio chimico dovuto a biotossine marine DSP.

Cozze richiamate per presenza di biotossine marine oltre i limiti di legge

Il Ministero della Salute ha richiamato diversi lotti di cozze (o mitili) della specie “mytilus galloprovincialis” per rischio chimico dovuto alla presenza di biotossine marine DSP, responsabili della sindrome diarroica da molluschi bivalvi, oltre i limiti di legge. Il richiamo riguarda sia le cozze prodotte da Ittica Allevamenti Ca’Pellestrina s.r.l. che quelle commercializzate dalla società agricola Angelo Mancin.

Per individuare se si è in possesso di molluschi contaminati è necessario verificare la corrispondenza dei dati negli elenchi qui di seguito. Ecco i dettagli dei lotti prodotti da Ittica Allevamenti Ca’Pellestrina s.r.l.:

  • Produttore e sede stabilimento: Ittica Allevamenti Ca’Pellestrina s.r.l., Porto Tolle (RO), Via Pellestrina 10
  • Prodotto: mitili o cozze
  • Lotto di produzione: 636-637-643-647
  • Data di scadenza: non disponibile
  • Peso unità di vendita: confezioni da 5 kg, 10 kg e 20 kg

Questi invece i dati relativi alle cozze prodotte dalla società agricola Angelo Mancin:

  • Produttore e sede stabilimento: società agricola Angelo Mancin, Scardovari di Porto Tolle (RO), Viale della Repubblica 147
  • Prodotto: mitili o cozze
  • Lotto di produzione: 17/08/2020 e 18/08/2020
  • Data di scadenza: non disponibile
  • Peso unità di vendita: confezioni da 5 kg

Vista la presenza di biotossine è consigliabile evitare del tutto il consumo delle cozze, anche se cotte. Si possono invece riportare presso il punto vendita dove sono state acquistate per ottenere il rimborso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *