Alcuni contenuti o funzionalità qui non sono disponibili a causa delle tue preferenze sui cookie!

Ciò accade perché la funzionalità/contenuto contrassegnato come “Facebook Pixel [noscript]” utilizza i cookie che hai scelto di mantenere disabilitato. Per visualizzare questo conteniuto o utilizzare questa funzionalità, abilita i cookie: fai clic qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Sambuca

Tutto sul liquore marchigiano: gradi, ingredienti e come servire la Sambuca con la mosca, fantasma e flambè, per non farsi mancare nulla.

Sambuca

La Sambuca è un liquore italiano all’anice originario delle Marche. Così come molti liquori, anche la Sambuca ha funzione digestiva e viene sorseggiata principalmente alla fine dei pasti. Forse non tutti lo sanno, ma si sposa in maniera ideale con il sapore del caffè, con il quale viene spesso accompagnata. Scopriamone ingredienti, gradi e usi in cucina.

Gli ingredienti della sambuca

La Sambuca viene prodotta con pochi ingredienti tra quali spiccano l’alcool, lo zucchero, l’anice stellato e il distillato di fiori di sambuco. Si caratterizza per la dolcezza ed il forte sapore di anice, ma se ne può percepire anche un lieve sentore di erbe. Dal punto di vista della preparazione ha molto in comune con il gin. La differenza sostanziale sta nell’uso di anice stellata e delle erbe al posto del ginepro. Si presenta come un liquido incolore di consistenza densa: i gradi della sambuca si aggirano tra i 38 ed i 42.

Come servire la Sambuca

Iniziamo col chiarire un dubbio: la Sambuca si beve calda o fredda?  Bene, non esiste una regola definitiva: si può sorseggiare sia liscia che con ghiaccio al termine dei pasti come “ammazzacaffè“. Si può aggiungere al caffè per farlo corretto. In alcuni Paesi, non particolarmente in Italia, si può chiedere la Sambuca flambé, ovvero incendiata e travasata in un altro bicchiere dal quale va bevuta tutta in una volta (senza dimenticare di aspirarne i vapori con una cannuccia).

Cos’è la Sambuca con la mosca?

Nulla da temere, non si tratta di alcun insetto galleggiante dentro il bicchiere. Per mosca si intendono un paio di chicchi di caffè posti all’interno del liquido (meglio con un certo anticipo) che rilasciano il loro sapore al liquore esaltandolo. I chicchi vanno masticati mentre si sorseggia la bevanda per godere appieno della loro nota aromatica.

Sambuca con il fantasma

Altrettanto nota è la Sambuca con il fantasma, ovvero allungata con l’acqua fredda. A seguito di tale aggiunta, assume un colore opaco e biancastro simile al fumo. Ciò avviene per una particolare reazione che coinvolge dei composti aromatici noti con il termine terpeni, che sono solubili in alcool ma non in acqua.

Ricette con la Sambuca

In cucina si può utilizzare per preparare secondi piatti a base di carne come il filetto di maiale alla Sambuca; di pesce, come i filetti di sgombro alla Sambuca o molti dolci, specie al caffè. Se si vuole sperimentare, si può usare per una originale versione del tiramisù. Come è ovvio dedurre, infine, si presta per sua natura alla realizzazione di alcuni cocktail con il prosecco, il limoncello o la menta. Ci si possono preparare anche deliziose varianti del moijto con Sambuca.

Su questo sito Web utilizziamo strumenti proprietari o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report sull’utilizzo della navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy

Alcuni contenuti o funzionalità qui non sono disponibili a causa delle tue preferenze sui cookie!

Ciò accade perché la funzionalità/contenuto contrassegnato come “%SERVICE_NAME%” utilizza i cookie che hai scelto di mantenere disabilitato. Per visualizzare questo conteniuto o utilizzare questa funzionalità, abilita i cookie: fai clic qui per aprire le tue preferenze sui cookie.