Cashback di stato: come funziona, come registrarsi e l’extra cashback di Natale

Tutto sul cashback di stato: come funziona la misura lanciata dal governo, dove e quando registrarsi per poter usufruire dei rimborsi (extra cashback di Natale compreso).

Cashback di stato: come funziona, come registrarsi e l'extra cashback di Natale

Previsto dal decreto del Mef uscito in Gazzetta Ufficiale il 28 novembre, il cashback di Stato, noto anche come “bonus bancomat” è un rimborso sui pagamenti elettronici effettuati nei negozi fisici e per i servizi resi da artigiani e professionisti, che sarà in vigore dal 01/01/2021. Dall’8 dicembre, però, si potrà usufruire dell’extra cashback di Natale, chiamato anche “bonus Natale 2020”, ovvero un periodo sperimentale che sottostarà a diverse condizioni, ma che risponderà allo stesso fine. Ma cos’è esattamente il cashback, come funziona e come registrarsi per poter usufruire dei suoi vantaggi? Facciamo un po’ di chiarezza.

Cos’è il cashback di stato

Il significato tecnico del termine indica genericamente un rimborso (letteralmente sta, infatti, per “soldi indietro”). Nello specifico, il cashback di Stato previsto dal decreto, viene definito come:

“un programma infrannuale di rimborso in denaro a favore degli aderenti che, fuori dall’esercizio di attività d’impresa, arte o professione, effettuano acquisti da esercenti mediante l’utilizzo di strumenti di pagamento elettronici”

L’iniziativa fa parte di “Italia Cashless“, piano messo a punto dal Governo per incentivare l’uso di carte di credito, debito e app di pagamento come Google Pay e Satispay, e che si ricollega anche ad iniziative come la Lotteria degli Scontrini. E’ una misura che prevede un rimborso pari al 10% dell’importo speso in una determinata transazione. Transazione che, però, viene considerata per un limite di non oltre 150 €. Ciò significa che il bonus massimo per singola transazione non sarà superiore a 15 euro. Per poter usufruire, il consumatore dovrà avere eseguito almeno 50 operazioni nel semestre di riferimento (10, durante la fase sperimentale).

Cashback di stato, come funziona?

Per poter partecipare all’iniziativa statale bisogna avere compiuto la maggiore età ed essere residenti in Italia. Quali spese concorrono? Il cashback è previsto sugli acquisti effettuati a titolo personale (non quindi, anche quelli fatti in ambito professionale) sul territorio nazionale con carte e app di pagamento, ma solo negli esercizi fisici. Sono tassativamente esclusi dalla misura, infatti, gli acquisti online. Le transazioni possono riguardare supermercati, bar, ristoranti, negozi. Il bonus vale anche per il carburante (spetterà chi, presso i rifornimenti, pagherà con carta o bancomat.)

Nello specifico, sono previsti 4 diversi periodi, ovvero:

  1. Un periodo sperimentale con inizio l’8 dicembre e fine il 31 dicembre 2020 definito “Extra Cashback di Natale
  2. Un 1° semestre che andrà dal 1/1/2021 al 30/6/2021
  3. Un 2° semestre che andrà dal 1/7/2021 al 31/12/2021
  4. Un 3° semestre che andrà dal 1/1/2022 al 30/6/2022

Super cashback: cos’è e come funziona

A far parte del programma c’è anche il supercashback, ovvero il super rimborso previsto dal decreto. Si tratta di un premio una tantum riservato a chi avrà effettuato il maggior numero di transazioni durante il semestre di riferimento. Non si sa ancora quale sarà il relativo importo e a quanti consumatori spetterà.

Cashback di stato, App io

Tra gli strumenti ai quali si può ricorrere per effettuare la registrazione c’è l’App IO (che non è esclusiva – dato che il decreto ha confermato la possibilità di potersi iscrivere tramite le banche le quali, tuttavia, non hanno l’obbligo di mettere a disposizione tale servizio – ma attualmente quella più diffusa). Basta installarla ed accedere con la propria identità digitale SPID. Esiste la possibilità di effettuare il login senza SPID ricorrendo alla propria Carta d’Identità Elettronica abbinata al suo PIN. Dalla prima registrazione in poi si potrà accedere con il codice di sblocco di 6 cifre o con il riconoscimento del volto o dell’impronta digitale.

Cashback di stato: come registrarsi

Come registrarsi e quando? Per effettuare la registrazione basta entrare nella sezione “Portafoglio” dell’app IO (qui il link per scaricare la versione Android oppure la versione per iPhone) e premere sul pulsante “Cashback”, quindi su “Attiva il Cashback” e su “Continua”. Fatto. In fase di registrazione sarà necessario inserire gli estremi delle carte di credito, debito o prepagate e indicare il codice IBAN sul quale si vuole che vengano accreditati i bonus. Dalla sezione “Portafoglio” si potrà visionare il dettaglio del cashback, lo storico delle attività e delle transazioni conteggiate. Si può già iniziare a partecipare all’Extra Cashback di Natale effettuando la registrazione e attivando carte ed app di pagamento. L’iscrizione si può effettuare durante tutta la durata del programma.

Cashback di stato, bonus fino a 450 euro

Facendo un rapido conteggio e considerando il mese di dicembre e i due semestri del 2021, i consumatori potrebbero ricavare un bonus fino a 450 €. Una bella cifra se teniamo presente che si tratta di cifre restituite su acquisti che il consumatore farebbe a prescindere. Oltre al fatto, non da poco, di privilegiare per questi i negozi fisici, sempre più penalizzati dallo shopping online.

Cashback di stato Satispay e Nexi

A permettere ai propri clienti di poter attivare il cashback di stato senza SPID e senza App Io c’è anche Satispay. Dalla sezione Servizi dell’app sarà possibile per gli utenti accedere all’iniziativa. Lo stesso vale per Nexi: la società considererà validi fin da subito gli acquisti fatti con smartphone utilizzando anche Apple Pay, Google Pay e Samsung Pay, oltre le carte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *