Squacquerone di Romagna DOP Caseificio Pascoli richiamato per rischio chimico

Diversi lotti di Squacquerone di Romagna DOP sono stati richiamati per rischio chimico dovuto alla presenza di aflatossina M1.

Squacquerone di Romagna DOP ritirato per rischio chimico

Il Ministero della Salute ha diffuso il richiamo di alcuni lotti di Squacquerone di Romagna DOP prodotti da Caseificio Pascoli a Savignano sul Rubicone. I lotti interessati sono stati richiamati per rischio chimico per la presenza di aflatossine M1 nel latte, micotossine pericolose e altamente tossiche.

Per verificare se hai acquistato un prodotto a rischio controlla i dati riportati sull’etichetta. Di seguito le informazioni relative a ognuno dei lotti contaminati:

  • Prodotto – Squacuerone di Romagna DOP
  • Lotto di produzione – SR111/3/02
  • Produttore e sede – Caseificio Pascoli srl – Via Rubicone Dx n. 220, Savignano sul Rubicone (FC)
  • Data di scadenza – 16-17-18/10/2020
  • Peso unità di vendita – kg 158.07 – vaschette da 800 grammi x 2, 800 grammi, 350 grammi

 

  • Prodotto – Squacuerone di Romagna DOP
  • Lotto di produzione – SR111/2/02
  • Produttore e sede – Caseificio Pascoli srl – Via Rubicone Dx n. 220, Savignano sul Rubicone (FC)
  • Data di scadenza – 14-15-16-17/10/2020
  • Peso unità di vendita – kg 133.3 – vaschette da 800 grammi x 2, 800 grammi, 350 grammi, 300 grammi

 

  • Prodotto – Squacuerone di Romagna DOP
  • Lotto di produzione – SR111/1/02
  • Produttore e sede – Caseificio Pascoli srl – Via Rubicone Dx n. 220, Savignano sul Rubicone (FC)
  • Data di scadenza – 16-17-18/10/2020
  • Peso unità di vendita – kg 128.66 – vaschette da 800 grammi x 2, 800 grammi x 4, 800 grammi, 350 grammi

 

  • Prodotto – Squacuerone di Romagna DOP
  • Lotto di produzione – SR111/3B/02
  • Produttore e sede – Caseificio Pascoli srl – Via Rubicone Dx n. 220, Savignano sul Rubicone (FC)
  • Data di scadenza – 16/10/2020
  • Peso unità di vendita – kg 76.01 – vaschette da 800 grammi x 2

 

Se hai acquistato una o più confezioni di prodotti appartenenti a questi lotti non consumarle e rendile subito al punto vendita presso il quale hai effettuato l’acquisto, in modo da poter ottenere il rimborso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *