Yogurt

Lo yogurt è un prodotto molto versatile: perfetto per la colazione o come snack a metà mattinata, può essere consumato sia da solo che arricchito da frutta, frutta secca, granola e miele o sciroppo d’acero. Un’alternativa ancora più golosa è quella di aggiungere anche gocce di cioccolato!

Yogurt

Lo yogurt (a volte scritto yoghurt) è un prodotto del latte, ottenuto aggiungendo a quest’ultimo dei fermenti attivi. Solitamente viene realizzato con il latte di mucca ma può essere ricavato da qualsiasi tipo di latte. Lo yogurt al naturale è bianco e ha una consistenza cremosa, alcuni brand vi aggiungono zucchero o altri dolcificanti per renderlo più dolce. Va conservato ben refrigerato e mangiato entro quattro giorni, se è inacidito o presenta muffa in superficie è necessario buttarlo.

Si tratta di un alimento davvero versatile: può essere consumato come snack, mangiato a colazione insieme a frutta, granola e miele, utilizzato per salse come l’indiana raita, per marinate di carne e servito come dolce.

Tipi di yogurt

Oltre al classico yogurt bianco, sono disponibili diversi tipi di yogurt, che si differenziano tra loro per consistenza, lavorazione e composizione:

  • yogurt greco: è uno yogurt molto denso e pesante, ottenuto colando lo yogurt classico e rimuovendo il siero. Si tratta di un’ottima alternativa per realizzare frullati o da mangiare con miele e frutta a colazione.
  • yogurt islandese (skyr): ancora più denso dello yogurt greco, ha un alto contenuto di proteine e calcio e pochi grassi.
  • yogurt senza lattosio: non contiene lattosio e solitamente viene realizzato con alternative vegane al latte vaccino, come latte di mandorla o latte di cocco.

Valori nutrizionali dello yogurt

Lo yogurt è ricco di vitamine e minerali, in particolare di calcio, vitamina B12, fosforo e riboflavina.

100 grammi di yogurt bianco contengono circa 60 kcal, questo conteggio può variare in base al tipo di yogurt consumato (intero, greco, skyr, senza lattosio) e, soprattutto, in base agli ingredienti con cui viene arricchito: si va da alimenti più leggeri come frutta e granola a cioccolata, cocco e frutta secca.

Lo yogurt è adatto a chi soffre di celiachia, anche se è sempre meglio controllare la presenza della spiga sbarrata, logo che garantisce alimenti adatti a chi è intollerante al glutine, perché potrebbe esservene tra gli additivi.

La quantità di lattosio presente nello yogurt è variabile: solitamente può essere consumato dagli intolleranti, anche se in alcuni elementi può risultare meno tollerabile. In tal caso, chi soffre di intolleranza al lattosio può consumare yogurt delattosato.

Yogurt con fermenti lattici vivi

Per yogurt con fermenti lattici vivi si intende uno yogurt che contiene ancora i batteri che ne hanno causato la fermentazione, anche noti come probiotici (lactobacillus), ottimi per il sistema digerente. Una buona quantità di probiotici permette infatti di attenuare malesseri come intestino irritabile, infiammazioni e sintomi del morbo di Crohn.