Alcuni contenuti o funzionalità qui non sono disponibili a causa delle tue preferenze sui cookie!

Ciò accade perché la funzionalità/contenuto contrassegnato come “Facebook Pixel [noscript]” utilizza i cookie che hai scelto di mantenere disabilitato. Per visualizzare questo conteniuto o utilizzare questa funzionalità, abilita i cookie: fai clic qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Olive nere

Le olive nere provengono dallo stesso albero delle olive verdi, ma vengono raccolte quando sono più mature rispetto alle verdi: ciò conferisce loro il distintivo sapore forte e amaro, che le rende perfette per arricchire insalate e sughi, ma anche contorni e aperitivi.

Olive nere

Le olive nere sono i frutti dell’albero di olivo, di piccole dimensioni e caratterizzate da un colore scuro e intenso. Sono originarie del Mediterraneo e possono essere consumate sia come snack che come ingrediente per ricette più elaborate o insalate ricche di gusto. Le olive nere naturali a crudo sono molto amare a causa della presenza di sostanze come oleuropeina e tannini, responsabili del particolare gusto che le rende praticamente impossibili da mangiare e non commestibili.

Le olive nere possono variare in forma, dimensione e colore: vanno dal viola scuro al marrone intenso al nero profondo. Solitamente sono tonde o ovaleggianti e possiedono un duro nocciolo, spesso rimosso dai produttori in modo da poter commerciare le olive nere denocciolate.

Sono molto diffuse nelle ricette della cucina mediterranea: possono essere aggiunte a insalate, alla pizza come topping, incorporate nel pane e nella focaccia, sminuzzate o lasciate intere per sughi di pasta, stufati e persino, dopo essere state trattate, utilizzate da sole come antipasto.

Questo tipo di olive è anche l’ingrediente principale della tapenade, insieme a capperi, acciughe salate e aglio: tutti gli elementi vengono mescolati e sminuzzati per essere poi spalmati o consumati come aperitivo, con l’aggiunta di un filo d’olio di oliva.

Le olive nere possono essere raffinate in salamoia, acqua, sale e con la soda. Una volta pronte e fermentate, possono essere vendute immerse in aceto di vino, olio di oliva o salate a secco: sia in barattoli di vetro che alluminio, una volta aperte possono durare fino a 18 mesi se conservate in frigorifero.

Qual è la differenza tra olive nere e olive verdi?

Olive nere e verdi

Sia le olive nere che le olive verdi provengono dallo stesso albero: la maggior parte delle olive infatti nasce verde e mano a mano che matura vira il proprio colore al nero. Le olive verdi vengono raccolte a ottobre o novembre, mentre quelle nere vengono raccolte a dicembre, quando sono pienamente mature. Dopo essere state prelevate vengono immerse in salamoia per circa 12 mesi, dove vengono lasciate a fermentare per sviluppare il loro sapore e colore, ma soprattutto per essere rese commestibili.

Alcune olive nere, di solito quelle vendute in lattine, sono processate con la soda e poi messe in salamoia: l’utilizzo della soda è dovuto alla volontà di accelerare il processo di fermentazione delle olive, lasciandole però prive di un sapore forte e definito come quello delle olive nere raffinate al naturale.

Valori nutrizionali delle olive nere

Le olive nere e quelle verdi hanno valori nutrizionali molto simili: l’unica differenza è che quelle verdi tendono ad avere un contenuto di sale più alto. Sono spesso esaltate per i loro benefici naturali, visto che sono ricche di nutrienti essenziali come grassi buoni, fibre e vitamine ed hanno poche calorie: 100 grammi di olive nere ne contengono infatti circa 235.

Il contenuto totale di grassi è tra l’11 e il 15%, e la loro ricca dose di grassi monoinsaturi come l’acido oleico le rende adatte alla dieta chetogenica e a mantenere bassi i livelli di colesterolo.

Inoltre, le olive nere hanno un alto contenuto di vitamina E, vitamina A, ferro, rame e calcio, sono ricche di antiossidanti e possono essere consumate dalle donne in gravidanza, anche se hanno un valore di sodio tutto sommato alto, soprattutto in base al tipo di lavorazione subita.

Su questo sito Web utilizziamo strumenti proprietari o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report sull’utilizzo della navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy

Alcuni contenuti o funzionalità qui non sono disponibili a causa delle tue preferenze sui cookie!

Ciò accade perché la funzionalità/contenuto contrassegnato come “%SERVICE_NAME%” utilizza i cookie che hai scelto di mantenere disabilitato. Per visualizzare questo conteniuto o utilizzare questa funzionalità, abilita i cookie: fai clic qui per aprire le tue preferenze sui cookie.