Alcuni contenuti o funzionalità qui non sono disponibili a causa delle tue preferenze sui cookie!

Ciò accade perché la funzionalità/contenuto contrassegnato come “Facebook Pixel [noscript]” utilizza i cookie che hai scelto di mantenere disabilitato. Per visualizzare questo conteniuto o utilizzare questa funzionalità, abilita i cookie: fai clic qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Ananas

L’ananas è un frutto esotico dal sapore dolce e ricco di vitamine e minerali, adatto sia per ricette dolci che salate.

Ananas

Frutto esotico dal sapore piacevolmente dolce e dall’aspetto particolare, l’ananas è povero di calorie, ma ricco di proprietà curative e di valori nutrizionali dei quali approfittare. Oltre a poter essere gustato al naturale come spuntino, si presta a ricette dolci e salate, alcune semplici, altre elaborate e originali. Caramellato, grigliato, al forno, l’ananas è buono in tutte le salse. Ecco tutto quello che c’è da sapere a riguardo.

Ananas, benefici e valori nutrizionali

L’ananas è ricco di acqua, di sali minerali (soprattutto magnesio e potassio) e di vitamine A, B, C e carotenoidi. Contiene circa 42 calorie su 100 gr e la sua componente degna di attenzione è la bromelina, che lo rende particolarmente digestivo. E’, inoltre, antinfiammatorio ed un alimento alcalinizzante in grado di ridurre l’acidità dovuta ad un’alimentazione poco bilanciata.
Tra i benefici dell’ananas ci sono la sua azione nel combattere la ritenzione idrica e la cellulite, inestetismo con il quale molte donne hanno a che fare. Da alcuni studi, è emerso come l’ananas sia antitumorale: la bromelina sarebbe in grado di modificare alcuni meccanismi che stanno alla base di tali patologie.

Le controindicazioni dell’ananas

Se i benefici dell’ananas lo rendono un frutto prezioso per la salute, esso non è esente, seppur in piccola percentuale, da controindicazioni. Non è particolarmente indicato, ad esempio, per chi soffre di ulcera peptica attiva e, per via della sua attività antiaggregante delle piastrine, non è consigliato a chi si stia assumendo alcuni tipi di farmaci, specie di natura anticoagulante.

Come capire se un ananas è maturo

Se al momento dell’acquisto può non essere così importante (specie se non si ha intenzione di mangiarlo subito), capire se un ananas è maturo è fondamentale al momento della sua apertura. Il suo colore non è sempre utile nel capirne il grado di maturazione (alcuni ananas sono maturi anche se verdi). La sua buccia, però, può rivelarci se un ananas è pronto da mangiare: effettuate una leggera pressione con le dita, se cede potete procedere con il taglio.

Hack: Anche il profumo è fondamentale: odorate la parte inferiore del frutto. Se emana un odore gradevole è pronto.

Ananas: come tagliarlo?

Tagliare un ananas, specie se non lo si è mai fatto, può mettere in crisi. La sua scorza dura e resistente crea non pochi dubbi. Seguendo questi step, però, non sbaglierete:

  • Ponete il frutto in piedi su un tagliere. Con un coltello affilato tagliate sia la corona che la base del frutto.
  • Adesso tagliate la buccia su tutti i lati effettuando dei tagli verticali che partono dall’alto e finiscono verso il basso.
  • Tagliatelo il frutto in quarti e rimuovete il torsolo, ovvero la parte centrale che si presenta più dura e poco semplice da masticare.
  • A questo punto lo si può tagliare ulteriormente a cubetti o a strisce.

Tagliare l'ananas a cigno
Per tagliare l’ananas a cigno, seguite questi step:

  • Tagliate l’ananas a metà. Tagliate ogni metà in due parti ottenendo, quindi, quattro quarti di ananas. Prestate attenzione a tagliare anche le foglie, ma senza farle staccare dalla corona.
    Hack: per evitare di rovinare le foglie potete tagliarle con delle forbici da cucina.
  • Adesso ponete ogni porzione di ananas in orizzontale sul tagliere e tagliate il torsolo con un movimento orizzontale che parte dalle foglie e va nel lato opposto, ma fate in modo che rimanga attaccato alla fine per 1 o 2 cm.
  • Infilzate uno stuzzicadenti lungo alla base dell’ananas in verticale e infilzatevi la striscia di torsolo che è rimasta attaccata alla base (questa sarà la testa del cigno).
  • Adesso tagliate l’ananas facendo passare il coltello vicino alla buccia con un taglio orizzontale, ma senza arrivare fino alla fine (dovrà rimanere attaccato in prossimità della testa del cigno).
  • Tagliate questa porzione a fette verticali di circa 2 cm di spessore
  • Spostatene con delicatezza una verso l’esterno e una verso l’interno, alternandole. Ecco fatto.

Le ricette dolci e salate con l’ananas

L’ananas si può utilizzare in tante e differenti preparazioni. Se per sua natura si presta a dessertlight e non – regala il suo meglio anche in sfiziose ricette salate. Tra i primi piatti con ananas, ad esempio, ci sono la pasta ananas e tonno, la pasta fredda con ananas, da completare con mozzarella, mais, prosciutto cotto a cubetti, ed il risotto all’ananas.
In quanto ai dolci, invece, la scelta è vasta: oltre la classica torta rovesciata di ananas, si possono portare in tavola torte, muffin e crostate. Il miglior abbinamento con l’ananas nei dolci è sicuramente quello con la cannella, spezia con la quale il frutto si sposa alla perfezione.
Un dessert con l’ananas facile si ottiene caramellandolo e servendolo con un ciuffo di panna montata o con una pallina di gelato. Infine, e le ceste natalizie ne sono un indizio, l’ananas è particolarmente amato nelle ricette di Natale.

Ananas troppo maturo, le ricette adatte

Se il frutto emana un profumo dolce ma sgradevole è segno che l’ananas è fin troppo maturo. Un odore fermentato indica, invece, che è andato a male: in tal caso l’ananas presenta un retrogusto acido o alcolico e non si deve mangiare.
Se, invece, è maturo ma ancora buono, lo si può usare nella realizzazione di un frullato dietetico (non aggiungete zucchero, il frutto è molto dolce di suo) o di una mousse soffice unendo semplicemente della panna montata al frutto ridotto in purea.

Su questo sito Web utilizziamo strumenti proprietari o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report sull’utilizzo della navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy

Alcuni contenuti o funzionalità qui non sono disponibili a causa delle tue preferenze sui cookie!

Ciò accade perché la funzionalità/contenuto contrassegnato come “%SERVICE_NAME%” utilizza i cookie che hai scelto di mantenere disabilitato. Per visualizzare questo conteniuto o utilizzare questa funzionalità, abilita i cookie: fai clic qui per aprire le tue preferenze sui cookie.