Semi di cumino

I semi di cumino sono simili a quelli di finocchio e anice, e vengono usati come spezia sia interi che in polvere.

Avviso alimentare, leggi l'avviso facendo click sul seguente link. Il Ministero della Salute richiama il cumino macinato per rischio chimico.
Semi di cumino

I semi di cumino sono una spezia essiccata molto diffusa nelle cucine nordafricane, indiane e mediorientali. Il cumino ha un forte odore dolciastro di oli essenziali ed un sapore simile a quello della frutta a guscio: per enfatizzarne il sapore è possibile tostarlo prima di usarlo in cucina.

Uno degli usi più comuni di questa spezia è nei curry: nel garam masala, ad esempio, viene mischiata con semi di coriandolo, cannella, cardamomo e noce moscata. Il cumino viene inoltre utilizzato per il guacamole, per il riso al cavolfiore visto che ne arricchisce il sapore, ed anche per marinare pollo e agnello e, addirittura, per insaporire formaggi come l’olandese Leyden.

Valori e proprietà nutrizionali dei semi di cumino

Il cumino è una spezia utile non solo in cucina: fornisce infatti diversi benefici a chi lo consuma. Si tratta di un alimento ricco di ferro, utile per combattere l’anemia, ed è usato per migliorare la digestione e ottimizzare i livelli di zucchero nel sangue.

Non è molto calorico, 100 g contengono circa 375 kcal e le dosi necessarie per insaporire i piatti sono minime. Per chi desidera aumentare la propria assunzione di semi di cumino è possibile consumare l’acqua di cumino, anche nota come acqua jeera dal nome indiano della spezia, infusa con semi di cumino e ricca delle stesse proprietà del cumino.