Cozze

Gustosi e versatili molluschi, le cozze sono buone gratinate, nell’impepata e persino fritte: scopriamone valori nutrizionali e usi in cucina

Cozze

Cozze che passione. Alzi la mano chi riuscirebbe a resistere di fronte alla classica impepata, o alle cozze gratinate, ripiene, fritte. Le ricette nelle quali utilizzarle sono svariate, così come i loro usi in cucina. Ma le proprietà delle cozze sono molte altre. Scopriamo valori nutrizionali e curiosità su uno dei frutti di mare più apprezzati.

Cozze, valori nutrizionali e composizione

Ricche di antiossidanti, di sali minerali, di vitamine C e B, le cozze costituiscono anche una fonte di proteine nobili. Contengono ferro assimilabile e, per tale motivo, sono indicate per chi soffre di anemia. Hanno proprietà digestive e aiutano in caso di disfunzioni varie, in special modo quelle legate alla tiroide. Forse non tutti lo sanno, ma le cozze sono tra i più potenti antinfiammatori naturali. In quanto alle calorie, ne contengono circa 86 su 100 grammi di prodotto. La composizione delle cozze suscita in genere curiosità: tali molluschi sono composti da 80,58 g di acqua, 11,9 di proteine e 2,24 di lipidi.

Ricette con le cozze

La lista delle ricette con le cozze è lunga, ma non si può che iniziare dall’impepata – antipasto o secondo piatto di mare semplice ma gustoso ottimo sia in bianco che al pomodoro (famose sono alla tarantina). Ci sono poi le cozze gratinate, irresistibilmente dorate; le cozze ripiene e quelle fritte, gustose nella loro semplicità. Tra i primi piatti spiccano gli spaghetti con le cozze (e vongole) un primo piatto di mare incredibilmente saporito; la zuppa di cozze alla marinara e le cozze alla livornese. Il sautè di cozze – classico della cucina di mare estiva – le cozze alla marinara, indicate anche come primo piatto e la pasta con cozze e fagioli costituiscono altre tre apprezzatissime pietanze a base di tali molluschi. Tra le ricette con cozze sgusciate ci sono quelle al sugo ed al vino bianco.