Cardi

Dal sapore simile a quello dei carciofi, i cardi costituiscono una verdura tipica del periodo invernale: scopriamone benefici e ricette.

Cardi

I cardi, verdura tipica del periodo invernale che cresce selvatica, sono ottimi in umido o cotti in forno. Dal sapore simile a quello dei carciofi, contrariamente a quanto si possa pensare sono versatili in cucina. Unico neo la loro pulizia, che richiede tempo, pazienza ed attenzione (macchiano le mani). Dalle proprietà alle ricette, ecco tutte le informazioni a riguardo.

Proprietà e benefici dei cardi

Ricchi di acqua e di fibre, di sali minerali e vitamine del gruppo B e C, i cardi contengono 17 calorie su 100 grammi di prodotto, il che li rende indicati in un regime alimentare dietetico. Sono inoltre caratterizzati da proprietà antibatteriche e antinfiammatorie, antiossidanti grazie alla vitamina C e astringenti, testimonianza sono i benefici apportati in caso di emorroidi.

Come pulire i cardi (selvatici)

Operazioni preliminari consistono nell’indossare dei guanti e nel posizionare sul piano di lavoro una ciotola contenente dell’acqua e del succo di limone.  Per pulirli, invece, indicete la base del cardo staccandone le le foglie rovinate e le coste. Lavate bene queste, incidetele ad una estremità con un coltellino tirando via i filamenti spessi (come avviene nel sedano).

Hack: Conservate i cardi puliti, man mano, nella ciotola: il succo di limone contribuisce a non farli annerire.

Cardi, le ricette da non perdere

Se vi state chiedendo come cucinare i cardi selvatici, sappiate che sono ottimi sia fritti che in umido, anche se i cardi gratinati restano i preferiti dai bambini, ai quali potete proporli in questa veste decisamente accattivante. I cardi si prestano a ricette di contorni sia in padella che al forno, ed a piatti light. I cardi in pastella sono perfetti per un antipasto diverso dal solito mentre il flan di cardi rappresenta una ricetta più ricercata, quasi gourmet.